Te lo racconto io il civic crowdfunding! (prima parte)

di Federica Fornelli
Vi abbiamo tanto parlato di come il civic crowdfunding può concorrere a tutelare il nostro patrimonio artistico, ma questo meraviglioso strumento che accomuna la crowd, le persone nel sostegno di una causa e la realizzazione di un progetto, può fare tanto di più.
Inizia qui un ragionamento a puntate con voi, su cosa si può fare.
Oggi parliamo di BENE PUBBLICO.
Iniziamo con il dire che in People4funds™ il bene pubblico è tutto quanto rimane a disposizione di una comunità di cittadini e i cui progetti, talvolta, per essere realizzati hanno bisogno di permessi della Pubblica Amministrazione.
Ci riferiamo a quei progetti che prevedono delle installazioni per cui l’avvallo dell’ufficio tecnico è necessario, come per installazione di lampioni e attrezzature simili.
Sgombriamo intanto il campo da eventuali strumentalizzazioni che tentano talvolta alcuni Consigli Comunali per quanto attiene un progetto di civic crowdfunding: non è una tassa occulta, ma una micro donazione a cui tutti i cittadini, non solo i residenti di quel Comune possono aderire in forma liberale e spontanea. E’ un’ erogazione liberale, quindi una donazione spontanea non un versamento imposto come invece avviene nel caso di una tassa.
Diciamo anche che aiuta il Comune, perché gli interventi/progetti (anche di piccole manutenzioni) che saranno realizzati, rimarranno nella disponibilità della comunità e l’amministrazione comunale si troverà una somma svincolata dal bilancio che potrà destinare ad altri interventi. Un po’ come se a Natale, uno zio regala un bel maglione ad un nipote ed allora la famiglia destina l’equivalente di quel maglione ad altre spese.
Ma cosa fare e come fare?Innanzitutto, occorre fare una cosa semplice: pensare ad una soluzione di un problema o carenza che vi si pone nel quotidiano.
E’ inutile e sterile starsi a lamentare, perché le cose non sono fatte e pensare sempre che, lo deve fare il Comune o lo Stato: lo Stato siamo noi.
Questo non ci autorizza a diventare deliranti soggetti che fanno e disfanno, ma ad esercitare come cittadini il buon senso e la collaborazione.
Per esempio, ci sono luoghi dove l’illuminazione scarseggia, o dove ci sono ancora le belle fontanelle dai rubinetti rotti con spreco di acqua, ci sono luoghi dove le panchine sono rotte, dove mancano pensiline per l’attesa dei trasporti pubblici (specie nei piccoli comuni), dove certi marciapiedi non sono manutesi, dove …
Ecco iniziamo a dirci cosa dovrebbero fare, anzi ancor meglio, ditelo a noi: scrivetemi, federica@people4funds.com Sarò felice di spiegarvi cosa dovete fare per creare un progetto di civic crowdfunding, per ragionarlo insieme prima con i vostri Sindaci e poi per proporlo alla crowd, e raccogliere la somma necessaria.
Sono matta? Forse, ma io credo innanzitutto in voi, nel buon senso, credo nell’unione vera e concreta delle persone. Ho vissuto episodi nella mia vita, dove ho visto il meraviglioso cuore e buon senso italiano all’opera, con un solo obiettivo: risolvere il problema.
Risolviamo allora i problemi, le carenze, smettiamo di brontolare, borbottare, di dire “sono tutti uguali” e facciamo. Dimostriamo che i cittadini sono bravi, sono migliori, sono saggi e concreti: facciamo.
Facciamo: usiamo questo strumento semplice, veloce, uno strumento portateci dal progresso e dalla tecnologia e applichiamolo nel nostro quotidiano.
Riempiamo le nostre vite di gesti concreti, belli, sani, di senso civico, scommettete che non solo starà meglio ciascuno di noi, ma rifioriranno vie, quartieri, città?
Io non ho paura e voi? Ricordate cosa diceva il grande Kennedy?:” Non chiederti cosa il tuo paese può fare per te, chiediti cosa puoi fare tu per il tuo paese”.
Cosa avete da perdere?
© RIPRODUZIONE VIETATA

 

 

Questo sito utilizza cookies di terze parti legati alla presenza di social plugin e di altri elementi utili alla navigazione. Cliccando su “Chiudi e accetta”o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei coookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e accetta