Presunzione e maleducazione non è civic!

Ci sono ricascata:  qualcuno mi contatta, mi chiede informazioni su come si fa una start up, su come utilizzare il crowdfunding e io spiego. Sia chiaro non mi aspetto mai delle ricompense, ho caso mai l’aspirazione ed attesa che le persone riflettano sulle informazioni che gli passo.
Ieri ho regalato pro-bono un’ora del mio tempo ad un aspirante imprenditore: cosa ottenuto?
Invece che un “grazie”, stamattina (sabato) un messaggio whatsup in cui mi si dice che le mie informazioni non sono credibili e che se voglio perorarle le devo mettere per iscritto. Ma stiamo scherzando?
Intanto, mi urge sottolineare che posto, che una persona debba fare delle rimostranze, lo fa per iscritto con una mail e non con Whatsup, poi consideriamo l’aspetto mero della questione: si vuole una informazione o una consulenza sul progetto? La prima è sicuramente gratuita, la seconda se deve essere precisa, puntigliosa  e scritta deve avere tutte le informazioni del progetto (il tizio è stato molto vago) e deve essere pagata come consulenza.
Mentre mi bolle il sangue per la maleducazione e l’arroganza, mi freno dal replicargli: “ma se è così bravo e “saputo” perché mi ha chiamata? Perché non ha contattato gli altri di cui ha tanto letto e che considera bravissimi?”
Io una risposta ce l’ho: non c’è nulla di peggio di essere convinti di sapere e soprattutto, nulla di peggio di farsi tornare i conti su come vanno fatte le cose.
Il crowdfunding è una materia nuova, che mette in crisi persino i Ministeri nella contestualizzazione, come può una persona che non ne sa nulla tirare le conclusioni?
People4funds è nata dopo 2 anni di studi, ed è nata anche grazie alla stretta collaborazione con il MISE e studi legali. Svolgiamo il nostro lavoro nella legalità e interpretiamo questo strumento in ambiti differenti da altri player italiani, ma una cosa è certa: il finanziamento di un’ attività commerciale non può essere fatta con il civic crowdfunding!
Se una persona non vuole capire questo, noi non possiamo farci nulla, ma possiamo e dobbiamo difendere la nostra posizione personale e professionale.
Ci sono altre società in Italia che si occupano di questa materia e si divino in due grandi ambiti: equity/lending crowdfunding e civic crowdfunding. E’ una scelta imprenditoriale dettata dall’insieme di norme a partire dal regolamento CONSOB.
Quando si crea una società non si può pensare solo ad una norma che ci è utile (es. reperire fondi con il crowdfunding), ma all’insieme delle norme che ne regolano la vita stessa.
Noi operatori del crowdfunding (di tutte le tipologie) questo lo sappiamo e non sono per obbligo di legge, ma per etica, ci prestiamo a fornire informazioni sufficienti che motivano i “no”, che aprano la mente delle persone al nuovo.
La presunzione di sapere è deleteria in ogni campo, figuriamoci nel fare imprenditoria!
Ecco uno dei motivi, per cui  tante start up falliscono. “Ogni scarraffone è bello a mamma sua”  si suol dire, ostinarsi a vedere la propria idea imprenditoriale come bella vincente, meritoria di fondi e di soluzioni non garantisce un risultato positivo.
A questo signore che di sabato mattina si permette di disturbare con i suoi commenti, dico “buona fortuna”, ma regalerei un po’ di educazione prima di tutto e di buon senso.
Ecco l’Italia è fatta anche di questo, di aspiranti imprenditori che criticano, si lamentano (ha persino denigrato il MISE); ma che si abbia voglia di creare impresa con quanto abbiamo a disposizione (strumenti legislativi, fiscali, eccetera), spesso non ne vedo la voglia; già voglia ancor prima di capacità.
Questo non è nemmeno giocare facile, ma sceglier il fallimento ancora prima di partire.
Sia chiaro, non smetterò di dare informazioni, di mettere in contatto le persone tra di loro, ma pretendo rispetto e credo di avere tutto il diritto di ribellarmi a chi con faciloneria tenta o tenterà di screditare il nostro lavoro.
Mi sono innamorata del crowdfunding per la sua potenza e per tutti i valori etici che lo compongono, tra cui l’educazione! Questo è lo spirito mio e dei miei soci ed è questo amore che ha creato People4funds.

“L’educazione è il grande motore dello sviluppo personale. È grazie all’educazione che la figlia di un contadino può diventare medico, il figlio di un minatore il capo miniera o un bambino nato in una famiglia povera il presidente di una grande nazione. Non ciò che ci viene dato, ma la capacità di valorizzare al meglio ciò che abbiamo è ciò che distingue una persona dall’altra.”  (Nelson Mandela)

  © Vietata la riproduzione

Questo sito utilizza cookies di terze parti legati alla presenza di social plugin e di altri elementi utili alla navigazione. Cliccando su “Chiudi e accetta”o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei coookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e accetta