L’importanza dello storytelling

Quando si decide di proporre un progetto alla crowd (folla), si decide di condividere “qualcosa” che riteniamo speciale. Ma come farlo diventare così speciale per gli altri?

di Federica Fornelli
Amministratore Unico e Fondatrice di People4funds S.r.l.s

Perché una persona dovrebbe fare una donazione per realizzare un progetto non suo?
Le due domande precedenti solo lecite e spontanee.
La risposta è proprio nella narrazione del progetto, perché se il progetto viene presentato con una buona narrazione, completa ed empatica, il donatore è spinto a sostenere la causa.
Personalmente credo che in definitiva in prima battuta lo storytelling debba rispondere alla regola delle 5 W del giornalismo (http://it.wikipedia.org/wiki/Regola_delle_5_W).
Seguendo lo schema mentale di rispondere a queste domande, si forniranno al potenziale donatore le informazioni per essere coinvolto nel progetto proposto con il crowdfunding.
Quindi non dimentichiamo mai di scrivere “ Chi siamo” (Who), “Che cosa facciamo e vogliamo fare” (What), “Quando” (When), ovvero indicare l’epoca di realizzazione del progetto, “dove” (Where) e soprattutto, “perché” (Why) quali sono le motivazioni e i risultati attesi.
Perché lo storytelling del crowdfunding sia vincente, però occorre integrare questi aspetti con altre informazioni, come: la somma da raccogliere, le ricompense (reward).
Le ricompense non sono obbligatorie e rappresentano comunque un costo che si deve sostenere, occorre quindi valutare bene a quale soglia di donazione riconoscerle e stabilire un paio di tipologie.
Infine, occorre illustrare il progetto con immagini, filmati. Perché? Perché l’immagine è immediata, empatica, perché consente di comprendere di più, è una condivisione semplice, un linguaggio comprensibile a tutti sia per cultura/conoscenza, che per lingua.
Oggi la tecnologia consente di girare filmati con gli smartphone, quindi non è necessaria una grande strumentazione tecnologica e non occorre nemmeno essere grandi registi. Perché non provate?
Iniziamo da qui a fare storytelling … le prossime indicazioni nei prossimi articoli.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Questo sito utilizza cookies di terze parti legati alla presenza di social plugin e di altri elementi utili alla navigazione. Cliccando su “Chiudi e accetta”o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei coookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e accetta