Italia, il paese dello storytelling: perché?

Gli italiani hanno qualcosa in più: la capacità di esprimersi. Ce lo riconoscono tutti che come noi non comunica nessuno e non solo nel quotidiano, ma anche nelle arti.
Pensate al cinema, alla letteratura, alla pittura ed alla scultura: per noi comunicare è normale, ed è nel nostro DNA.
Così per gli italiani non dovrebbe essere difficile portare queste capacità genetiche anche nel cuore del crowdfunding. Quale è il cuore di una campagna di civic crowdfunding? Lo storytelling!
Perché una campagna sia vincente dove fare un buon storytelling del vostro progetto, usando video ed immagini o perché no? Anche disegni e fumetti.
Insomma dovete attrarre a voi l’attenzione dei donatori, rendendo virale la vostra idea usando i social network. No, non provate a dire che non avete tempo, perché avete in mano tutto il giorno il vostro amato smartphone, per non parlare dei tablet e dei pc: gli italiani sono anche grandi navigatori del web e siccome noi siamo un popolo socievole, da un contatto sappiamo creare quella catena umana che rende il messaggio virale.
Passiamo agli strumenti: innanzitutto, un video. Per realizzarlo potete usare il vostro smartphone, un tablet o una normale macchina fotografica digitale
Tenete presente che non occorrono apparecchiature professionali.
Il vostro video deve spiegare la vostra idea: metteteci la faccia! Siate il reporter di voi stessi, ma non fate un documentario mi raccomando!
E ora rendiamolo virale: gli strumenti ancora una volta sono gratuiti e semplici.
Stiamo parlando di Twitter, Facebook, Linkedin ma anche tutti gli altri.
Sia nell’uno che nell’altro manderete in giro il vostro video e le vostre immagini. Se usate Twitter ricordatevi di mandare il vostro messaggio più volte durante il giorno: contaminate con il vostro progetto la blog sfera, iniziate dai vostri amici, parenti, colleghi … il fattore virilizzazione è innescato!

Ricapitoliamo:

  • Video del progetto con titolo accattivamente e postatelo su Youtube, Twitter, Facebook e Linkedin.
  • Conoscete dei blogger? Contattali e chiedetegli se gli piace il progetto e se scrivono qualcosa su di voi, aiutandovi a condividerlo con la rete. Mettete a loro disposizione le informazioni della campagna e i link.
  • Parlate del progetto ogni volta che potete! Ma si anche alla macchinetta del caffè, fate vedere alle persone vicino a voi la vostra campagna e chiedete di appoggiarvi o di segnalarla ad altri.
    Potete anche mandare mail con dei messaggi personali alle persone a voi più vicino: loro sono i vostri primi fan, i vostri testimonial.
  • Raccontate a che punto è arrivata la raccolta, non vergognatevi di chiedere aiuto e di fare vedere quanto il progetto raccoglie: non si fa tutto in un giorno. Avete davanti a voi 90 gg per realizzare il vostro sogno.
  • E poi? Tweettate tanto! Citate il link al vostro progetto menzionando giornalisti e testate che trattano argomenti affini all’oggetto della vostra campagna di crowdfunding.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Itlaian_storytelling_crowdfunding

 

Questo sito utilizza cookies di terze parti legati alla presenza di social plugin e di altri elementi utili alla navigazione. Cliccando su “Chiudi e accetta”o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei coookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e accetta