Crowdfunding non è una parola con cui riempirsi la bocca

Questa mattina ci è arriva una mail, con oggetto “perché il crowdfunding non funziona”.
In un solo attimo i nostri sopraccigli si sono alzati perplessi e ci siamo chiesti “ma chi è che spara questa assurdità”.
Nel nostro paese, il crowdfunding nelle sue diverse forme è all’esordio, ma presenta dati di continua crescita ed espansione, seppur rallentata da fattori culturali .
Lo riporta anche il recente report del Politecnico di Milano, ma allora perché fare certe asserzioni?
E’ un problema culturale ed anche una strumentalizzazione, perché il crowdfunding è uno strumento potentissimo, che fa paura alla vecchia finanza. Chiariamo.
Intanto, occorre riconoscere che c’è poca documentazione disponibile che affronti il tema, tipico di un’era, un mercato  che sta nascendo. Pensate che 25 anni fa ci fossero molti libri su Internet (non in vendita, ma che lo spiegassero)?
Diventa così difficile e faticoso, capire ed informarsi ma non è impossibile.
Una fonte sicuramente autorevole è il portale CONSOB http://www.consob.it/documents/46180/46181/reg_consob_2013_18592.pdf/54eae6e4-ca37-4c59-984c-cb5df90a8393
Suggeriamo poi, il testo dell’avvocato Umberto Piattelli. Un libro chiaro ed esaustivo anche per coloro che non hanno cultura giuridica su questo tema, che viene affrontato nelle sue diverse tipologie e nei suoi aspetti di strumento finanziario innovativohttps://www.ibs.it/crowdfunding-in-italia-regolamentazione-all-libro-umberto-piattelli/e/9788875242565
Certo bisogna aver voglia di leggere, studiare e capire. Tra l’altro segnaliamo che l’avvocato Piattelli è membro de European Stakeholder Crowdfunding Forum.
La mancanza di cultura è sicuramente un ostacolo, ma non insormontabile.
Desideriamo ricordare e sottolineare che, il crowdfunding non serve per ripianare situazioni debitorie. E’ uno strumento per creare start up  non per risanare aziende già avviate!
Questo è un aspetto è importante e porta in se, l’etica, dell’attività.
La finanza “convenzionale” e soprattutto gli operatori che per consulenza utilizzano canali privati per iniettare nuovi capitali nelle aziende se solo capissero questo, eviterebbero “magre”figure. Il consulente, dovrebbe spiegare all’imprenditore che non vi può accedere ed illustrargli strumenti più adatti per evitare di creare/aumentare la confusione sul crowdfunding.
E invece si preferisce spedire una newsletter (peraltro non richiesta), asserendo che non funziona. Lo scopo del consulente? Squalificare uno strumento e vendere la propria consulenza.
Tutti possiamo vendere ciò che vogliamo, ma gli stakeholders non sono stupidi e soprattutto in un mercato ormai saturo come quello della consulenza, assolutamente sono innovazione e competenza a vincere, ed aggiungeremmo la pazienza di spiegare.
Ricevere una mail così lontana anni luce dalla realtà e analizzarla alla luce di una lunga carriera nel marketing e nelle innovazioni, ci porta a sorridere ed alla conferma che il nuovo sta avanzando velocemente.
La  grande onda del crowdfunding sta arrivando e fa paura, paura a chi non si prepara, a chi non studia e a chi ha, nel corso, degli anni abusato di parole come “consulenza”, senza mai fornire il vero “consulere”, ovvero consiglio alla propria clientela.
Sia chiaro non vogliamo dire che tutti i consulenti sono incapaci, tristemente però dobbiamo riconoscere che la crisi ha messo tutti i “geni” sulla piazza.
Prima di mandare una newsletter, sarebbe meglio studiare ed essere certi delle proprie informazioni; questo comportamento è bad reputation.
Toh! Il crowdfunding è uno strumento finanziario completo e democratico, integrato nel marketing per i suoi aspetti social, tecnologici nonché di reputation. Ci domandiamo se chi si riempie la bocca di questa parola lo sappia.
Buon crowdfunding a tutti!

 

 

Questo sito utilizza cookies di terze parti legati alla presenza di social plugin e di altri elementi utili alla navigazione. Cliccando su “Chiudi e accetta”o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei coookies. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e accetta